Ortodonzia

L’ortodonzia è quella branca dell’odontoiatria che riguarda lo studio della crescita cranio facciale, lo sviluppo dei  rapporti dentali e il trattamento delle anomalie dento-facciali.
L’ortodonzia interviene nella correzione:


delle malocclusioni, ovvero l’alterato combaciamento ed allineamento delle arcate o semplicemente dello scorretto posizionamento dei denti nelle arcate;
delle anomalie di crescita dello scheletro cranio facciale; 
delle disfunzioni neuromuscolari.


Usualmente l’ortodonzia si esegue nei bambini o negli adolescenti con apparecchi rimovibili o con l’ausilio di apparecchi fissi nei quali sarà possibile sfruttare le potenzialità della crescita delle ossa mascellari; quindi oltre ad armonizzare o riallineare i denti, sarà possibile correggere un palato troppo stretto, il mento sfuggente o troppo pronunciato. La prima visita si consiglia intorno ai 5 - 6 anni. Negli adulti, poichè lo sviluppo dento -scheletrico  è ormai completato, si utilizzano apparecchi fissi. In questi casi la terapia ortodontica consente solo di spostare i denti, per il ripristino sia dell’estetica che della funzionalità. Laddove abbiamo bisogno di correggere le basi ossee è necessaria una terapia combinata ortodontico - chirurgica.


Per migliorare l’estetica degli apparecchi fissi gli attacchi possono essere trasparenti e in alcuni casi selezionati possono essere montati nella parte linguale dei denti. Sempre in casi selezionati oggi negli adulti, possiamo utilizzare una tecnica la quale grazie ad apparecchi rimovibili inseriti in seguenza effettuiamo spostamenti dei denti (invisalin).

La prima visita si consiglia di effettuarla dai 3 ai 6 anni. Una visita in età precoce diventa importante per verificare lo stato di salute dentale e, soprattutto, per insegnare le corrette procedure di igiene orale. E’ questo il periodo della vita del bambino in cui si possono “intercettare” eventuali disarmonie dentali o scheletriche che, se non corrette in fase di crescita, difficilmente si possono risolvere in seguito. La Terapia ortodontica precoce o intercettiva evita l'instaurarsi di molte malocclusioni dentali.

Talvolta la terapia ortodontica precoce riesce a migliorare ma non a risolvere definitivamente la situazione. Necessaria sarà, quindi, l’organizzazione di una terapia ortodontica più tardiva ed in alcuni casi più complessa, che termina con una correzione definitiva in dentatura permanente (dopo i 12 anni).
In alcuni casi potrà rendersi necessaria l'estrazione di alcuni elementi dentali. I tempi, la sede ed il loro numero dipendono dalla valutazione dello specialista che si prefigge di migliorare l'estetica e la buona funzione della masticazione.

joomla template